COS'E' IL DOPING  
 
  • La legge ed i regolamenti del CIO (Comitato Olimpico Internazionale) definiscono doping l’impiego di sostanze e metodiche proibite in grado di influenzare e modificare la prestazione sportiva.
  • Ma accanto alla definizione legale (vedi Legge 376), da un punto di vista medico si può definire doping l’uso improprio di farmaci e medicamenti che vengono utilizzati per scopi diversi da quelli normalmente impiegati in terapia. Quando si somministra un farmaco lo si fa coscientemente sapendo che gli effetti collaterali che questo possiede, sono inferiori alla necessità di curare una malattia. Utilizzare farmaci su una persona sana vuol dire esporla ad effetti collaterali ingiustificati.
  • Eticamente poi, il doping in sostanza, equivale ad un imbroglio: è come ritenere di essere piu’ veloci di un corridore perche’ si guida una moto.
E’ considerato doping e quindi proibito anche l’impiego di sostanze e metodiche atte a mascherare l’eventuale assunzione di sostanze proibite. Da un punto di vista etimologico, il termine “doping” deriva da “dop”che nella lingua dei Cafri, una popolazione dell’ Africa australe indicava una specie di acquavite fortemente stimolante bevuta in occasione di feste religiose. Il temine venne diffuso in Europa dagli Inglesi ed era usato in generale per designare le bevande stimolanti
Mighty Free Joomla Templates by MightyJoomla | Design Inspiration from csstemplatesmarket